Wir gehen der Zukunft entgegen

 

Premio Logistico dell'Anno 2020

Quest'anno il contest voluto da Assologistica, Assologistica Cultura e Formazione, Euromerci e giunto alla sua 16a edizione si è svolto interamente online il 16 dicembre 2020, nella ferma convinzione che anche nei momenti difficili non si debba rinunciare al proprio impegno innovativo. Ecco chi sono stati i manager e le aziende premiati, con le relative motivazioni e sintesi dei progetti.
 
PREMI AZIENDALI: MENZIONI SPECIALI 2020
CONSORZIO ZAI – INTERPORTO QUADRANTE EUROPA 
Sezione BEST PERFORMACE PER LA LEADERSHIP NELLA CLASSIFICA EUROPEA DEGLI INTERPORTI
 
Nella classifica 2020 sugli interporti europei a cura di Deutsche GVZ Gesellschaft (DGG), istituzione con sede a Brema, sono stati individuati 38 criteri di valutazione, determinati e ponderati. Sono state selezionate per la valutazione 100 località su 300 identificate; lo studio è stato redatto in collaborazione con l'associazione europea delle piattaforme logistiche (Europlatform), partner di lunga data della DGG. Tra i fattori rilevanti che determinano il ruolo di leader dell’interporto di Verona vi è quello degli occupati: 13 mila lavoratori tra diretti e indiretti per il Quadrante Europa, contro le circa 4 mila unità degli altri soggetti. Altro criterio di valutazione importante la capacità terminalistica: è stata indicata la capacità delle unità di carico (teu convertite in LTE), che possono includere container, casse mobili e semirimorchi. Impressionante è il volume della capacità complessiva dell'Interporto Quadrante Europa Verona con 800.000 unità di carico, mentre il valore medio in Europa si attesta sulle 135.000 unità. Il dato specifico della capacità di carico dei terminali risulta ancora più significativo, vedendo nuovamente il Quadrante Europa in testa alla classifica, con un carico massimo di lavoro di 730.000 unità a fronte di una media europea di 75.000. Rilevante è stato anche il ruolo del settore informatico che, grazie alla controllata Quadrante Servizi, ha permesso di raggiungere elevati standard di efficienza del comparto ICT, fattore che ha acquisito un peso notevole con i nuovi criteri introdotti.