Ci muoviamo verso il futuro

 

ALLESTIMENTO COVID POINT PRESSO L’INTERPORTO QUADRANTE EUROPA

ALLESTIMENTO COVID POINT PRESSO L’INTERPORTO QUADRANTE EUROPA DI VERONA (CENTRO INGRESSI VERONAMERCATO)

Dalla mattinata di lunedì 15 febbraio 2021 l’Austria ha istituito un blocco del transito dei veicoli provenienti dall’Italia al Brennero. La motivazione di tale restrizione risiede nel tentativo degli austriaci di arginare gli effetti della pandemia causata dal Covid-19, richiedendo a tutti i viaggiatori un tampone con esito negativo fatto nelle 48 ore antecedenti l’ingresso in Austria. A causa del blocco, migliaia di veicoli si sono trovati in una condizione di disagio, vedendosi bloccare al Brennero con la conseguente formazione di una lunga coda di mezzi pesanti sull’ultimo tratto dell’autostrada A22 Brennero-Modena.

Per questo motivo, Consorzio ZAI – Interporto Quadrante Europa di Verona, Veronamercato e FAI – Federazione Autotrasportatori Italiani di Verona hanno agito tempestivamente per creare un punto tamponi presso il centro ingressi di Veronamercato.

L’attivazione di un Covid Point avrà luogo a partire da venerdì 19 febbraio 2021 e sarà aperto dalle ore 10.00 fino alle 19.00 (dai giorni successivi la fascia oraria verrà ampliata), oltre a proseguire anche nei prossimi giorni garantendo il servizio fino al termine dell’emergenza. È a disposizione un mezzo sanitario (ambulanza), con gazebo e tavolo per il ricevimento degli utenti che necessitano di tampone rapido. L’infermiere addetto rilascia una certificazione dell’avvenuto tampone con validità europea con esito dopo 15 minuti dall’esecuzione. Questo servizio viene erogato a prezzo agevolato, per non gravare di ulteriori costi sugli autotrasportatori, che oggi si trovano ad affrontare questa situazione di disagio. Per maggiore sicurezza l’area verrà attrezzata con servizi igienici per dare ristoro agli autotrasportatori.

Il Presidente di Consorzio ZAI, Matteo Gasparato, afferma che: “vista l’importanza dell’Interporto Quadrante Europa di Verona, uno dei primi interporti a livello Europeo, ma soprattutto vista la nostra volontà di garantire servizio agli autotrasportatori che operano sia nell’area interportuale che sul corridoio del Brennero, il più importante valico per l’economia italiana, intendiamo agire tempestivamente per affrontare in maniera l’emergenza. Grazie alla forte collaborazione con Veronamercato e con la FAI di Verona, si è raggiunto un accordo per allestire un Covid Point presso il centro ingressi di Veronamercato.”

Il Presidente di Veronamercato, Michele Gruppo, dichiara: “come Veronamercato ci siamo sentiti di dover agire per aiutare la categoria dell’autotrasporto che tanto ci ha aiutato durante il lockdown di marzo 2020 e che continua a lavorare per garantire l’arrivo delle merci con puntualità nelle case dei cittadini. Per questo motivo, abbiamo deciso di mettere a disposizione il centro ingressi di Veronamercato affinché si potessero svolgere le operazioni di test sugli autisti dei camion in sicurezza e nel minor tempo possibile. Questo è stato possibile grazie alla collaborazione con Consorzio ZAI e con la FAI di Verona che hanno agito con tempestività.”

Il Presidente della FAI di Verona, Alessio Sorio, afferma che: “FAI Verona, per limitare le lunghe code che si stanno verificando al Brennero a causa dell’obbligo di tampone COVID19 (che in un periodo particolarmente negativo dell’economia delle imprese di autotrasporto mette a rischio la sopravvivenza delle aziende italiane), con la preziosa collaborazione di Consorzio ZAI e di Veronamercato ha organizzato un presidio medico che esegue tamponi rapidi con certificato Europeo. Il più importante Interporto d’Europa ha così un servizio alla persona in grado di aumentare la sicurezza dei cittadini, in particolare quelli di Verona e provincia che sono interessati da un traffico di mezzi pesanti in cerca di tamponi con relative certificazioni Europee.”

 

Premio Logistico dell'Anno 2020

Quest'anno il contest voluto da Assologistica, Assologistica Cultura e Formazione, Euromerci e giunto alla sua 16a edizione si è svolto interamente online il 16 dicembre 2020, nella ferma convinzione che anche nei momenti difficili non si debba rinunciare al proprio impegno innovativo. Ecco chi sono stati i manager e le aziende premiati, con le relative motivazioni e sintesi dei progetti.
 
PREMI AZIENDALI: MENZIONI SPECIALI 2020
CONSORZIO ZAI – INTERPORTO QUADRANTE EUROPA 
Sezione BEST PERFORMACE PER LA LEADERSHIP NELLA CLASSIFICA EUROPEA DEGLI INTERPORTI
 
Nella classifica 2020 sugli interporti europei a cura di Deutsche GVZ Gesellschaft (DGG), istituzione con sede a Brema, sono stati individuati 38 criteri di valutazione, determinati e ponderati. Sono state selezionate per la valutazione 100 località su 300 identificate; lo studio è stato redatto in collaborazione con l'associazione europea delle piattaforme logistiche (Europlatform), partner di lunga data della DGG. Tra i fattori rilevanti che determinano il ruolo di leader dell’interporto di Verona vi è quello degli occupati: 13 mila lavoratori tra diretti e indiretti per il Quadrante Europa, contro le circa 4 mila unità degli altri soggetti. Altro criterio di valutazione importante la capacità terminalistica: è stata indicata la capacità delle unità di carico (teu convertite in LTE), che possono includere container, casse mobili e semirimorchi. Impressionante è il volume della capacità complessiva dell'Interporto Quadrante Europa Verona con 800.000 unità di carico, mentre il valore medio in Europa si attesta sulle 135.000 unità. Il dato specifico della capacità di carico dei terminali risulta ancora più significativo, vedendo nuovamente il Quadrante Europa in testa alla classifica, con un carico massimo di lavoro di 730.000 unità a fronte di una media europea di 75.000. Rilevante è stato anche il ruolo del settore informatico che, grazie alla controllata Quadrante Servizi, ha permesso di raggiungere elevati standard di efficienza del comparto ICT, fattore che ha acquisito un peso notevole con i nuovi criteri introdotti.
 
 
 
 
 

Nuova apertura Ristoself Pizzeria Cambiogusto

A tutti gli operatori del Quadrante Europa

Si invia la presentazione del nuovo Ristoself Pizzeria Cambiogusto.





Consorzio ZAI
Tel: (+39) 045 - 86.22.060
Fax: (+39) 045 - 86.22.219


CONSORZIO ZAI
Via Sommacampagna 61 - 37137 VERONA
P.IVA 00849500236, C.F. e Reg. Impr. VR n. 80001330234
Этот адрес электронной почты защищен от спам-ботов. У вас должен быть включен JavaScript для просмотра." moz-do-not-send="true">Этот адрес электронной почты защищен от спам-ботов. У вас должен быть включен JavaScript для просмотра.
Этот адрес электронной почты защищен от спам-ботов. У вас должен быть включен JavaScript для просмотра." moz-do-not-send="true">Этот адрес электронной почты защищен от спам-ботов. У вас должен быть включен JavaScript для просмотра.
www.quadranteeuropa.it qe Interporto Quadrante Europa di Verona

Questo documento è formato esclusivamente per il destinatario. Tutte le informazioni ivi contenute, compresi eventuali allegati, sono da ritenere esclusivamente confidenziali e riservate secondo i termini del vigente D.Lgs.101/2018 in materia di privacy e del Regolamento europeo 679/2016 – GDPR- e quindi ne è proibita l’utilizzazione ulteriore non autorizzata. Se avete ricevuto per errore questo messaggio, Vi preghiamo cortesemente di contattare immediatamente il mittente e cancellare la e-mail. Confidentiality Notice – This e-mail message including any attachments is for the sole use of the intended recipient and may contain confidential and privileged information pursuant to Legislative Decree 101/2018 and the European General Data Protection Regulation 679/2016 – GDPR-. Any unauthorized review, use, disclosure or distribution is prohibited. If you are not the intended recipient, please contact the sender by reply e-mail and destroy all copies of the original message

P Prima di stampare pensa all'ambiente -- Think about the environment before printing



allegato

Green Logistic Intermodal Forum - Interporti in primo piano

Green Logistisc Intermodal Forum è l’evento interamente digitale organizzato dalla Fiera di Padova dove i leader del settore si ritrovano per discutere sia degli investimenti e delle politiche già avviate, sia delle iniziative da prevedere nei prossimi mesi.

Le parole del Presidente UIR e dell'Interporto Quadrante Europa, Matteo Gasparato: "Il ruolo che la rete degli interporti italiani svolge nell'obiettivo di sviluppo e modernizzazione del Paese è oramai chiaro a tutti. Un ruolo che è svolto in sinergia con la rete portuale nazionale assieme alla quale siamo l’asse portante del sistema logistico nazionale".

 

 

BILANCIO SOCIALE 2019

Anche quest’anno, siamo lieti di sottoporre alla Vostra attenzione l’edizione del Bilancio Sociale del Consorzio ZAI aggiornata con i dati 2019.

Dal 2004 l’ente ha scelto la strada della trasparenza e dell’attenzione al sociale tramite uno strumento con cui fornire ai portatori d’interesse più direttamente coinvolti una sintesi dei risultati economici e patrimoniali ottenuti nello svolgimento della propria attività, a conferma di una consolidata solidità.

Di seguito trovate l'edizione 2019 del Bilancio Sociale del Consorzio ZAI:

 

Intervista su L'Arena

L'Arena 05/11/2020: "Trasporti, il Nord Europa bussa qui"

Intervista al Presidente Matteo Gasparato sui progetti di sviluppo di Interporto Quadrante Europa. L'obiettivo è raggiungere 25mila treni l'anno entro il 2027: "in dieci anni ci aspetta un 50% in più di traffico treni merci". Si prevede un forte potenziamento degli scambi europei, soprattutto con i colossi tedeschi che guardano con sempre più interesse alle sedi italiane.

 

65 MILA EURO STANZIATI DA CONSORZIO ZAI INTERPORTO QUADRANTE EUROPA PER EMERGENZA DA CORONAVIRUS.

COMUNICATO STAMPA

65 MILA EURO STANZIATI DAL CONSORZIO ZAI INTERPORTO QUADRANTE EUROPA DI VERONA PER FAR FRONTE ALL’EMERGENZA DA CORONAVIRUS.

 

Il Consorzio Zai Interporto Quadrante Europa di Verona, attraverso il proprio Consiglio Direttivo, ha deliberato all’unanimità di donare 65 mila euro per far fronte all’emergenza Covid- 19.

Lo stanziamento è così suddiviso:

- 30 mila euro a favore del Banco Alimentare del Veneto.

- 30 mila euro a favore della Fondazione della Comunità Veronese #AiutiAMO Verona.

- 5 mila euro andranno invece alla Società Cooperativa Salute e Territorio tramite la Federazione Italiana Medici di Famiglia della Sede Provinciale di Verona, in prima linea sul nostro territorio per aiutare la popolazione.

Il Consiglio Direttivo riunito in via straordinaria da remoto ha individuato le suddette aree di intervento per dare immediatamente aiuti concreti nell’attesa di un confronto con le forze politiche ed economiche della città.

Il Presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato e il suo Consiglio sensibilizzati dalla difficoltà di molti veronesi che a causa della pandemia non possono lavorare o si vedono privati anche di un minimo sostentamento economico oltre che dalle numerose famiglie disagiate, hanno deciso di offrire la somma stanziata come primo intervento per tamponare l’attuale emergenza che vede i bisogni alimentari tra necessità urgenti.

D’intesa con il Banco Alimentare di Verona ha dunque portato all’attenzione del Consiglio Direttivo le richieste trovando piena accoglienza.

La decisione di aiutare la Fondazione della Comunità Veronese #AiutiAMO Verona è stata presa alla luce della grave e pesante situazione in cui si trovano le strutture ospedaliere per il crescente numero di casi di ammalati e dalle difficoltà in cui opera il personale sanitario a cui va tutto il sostegno e la riconoscenza da parte del Consorzio Zai per come sta operando. Il contributo di 30 mila euro verrà utilizzato per l’acquisto di materiale medico e sanitario specifico per affrontare l’emergenza sanitaria.

La somma di 65 mila euro è stata immediatamente erogata agli enti beneficiari.

Il Consorzio Zai Interporto Quadrante Europa di Verona da oltre 70 anni è motore dello sviluppo economico del territorio veronese ed ha affiancato Verona negli anni della ripresa, un ruolo che continua ad esercitare: in questa situazione emergenziale il Consorzio Zai ha voluto dare un forte segnale di presenza anche nell’ambito della solidarietà, rinnovando un patto di vicinanza non solo sul piano economico, ma anche sociale con la comunità veronese.

 

 

 

 

Articolo su "Il Sole 24 Ore"

Il Sole 24 Ore 06/11/2020:  "Merci in treno: Verona crocevia per l'Europa"

Un primato consolidato e in via di espansione: si pone l'accento sul ruolo di primissimo piano di Interporto Quadrante Europa fra i nodi logistici ferroviari.

DATI DI TRAFFICO 2019 - Record storico assoluto del traffico ferroviario merci combinato

Conferenza stampa 14 febbraio 2020

DATI DI TRAFFICO 2019

Anno del record storico assoluto del traffico ferroviario delle merci del combinato con oltre 14.100 treni

 Verona con il proprio interporto si trova geograficamente all’intersezione tra i Corridoi Scandinavo-Mediterraneo (Asse del Brennero) e Mediterraneo (Asse Est-Ovest). Tale localizzazione geografica ne fa uno snodo fondamentale per il traffico merci ferroviario sulla direttrice Nord-Sud attraverso il transito del Brennero, il passaggio alpino attraverso cui passa la maggior parte delle importazioni/esportazioni italiane. Oggioltre il 70% delle merci transita attraverso i valichi alpini, ed il Brennero è indubbiamente il primo di essi, con oltre 47 milioni di tonnellate di merce sugli oltre 160 milioni annui. Lo sbilanciamento a favore della strada è evidente, con 33,5 milioni di merce trasportata su gomma (71%) e 13,4 milioni su ferro (29%). L’Interporto Quadrante Europa è anche un nodo fondamentale dei collegamenti Est-Ovest lungo il Corridoio Mediterraneo, asse potenziale di sviluppo dei traffici delle imprese italiane che esportano nell’Est Europa. Il Quadrante Europa si conferma come nodo “nord-Europeo” dato che più dell'80% dei traffici proviene e riparte per le destinazioni del nord-Europa, transitando per il valico del Brennero. Una particolare menzione merita il mercato domestico che è cresciuto nel 2019, dimostrando la forte spinta che stanno dando gli operatori nazionali del settore verso il traffico intermodale. Si confermano anche nel 2019 le 9 imprese ferroviarie operanti nel Quadrante Europa che hanno acquisito 194 tracce ferroviarie su base settimanale.

Nel 2019 all’Interporto Quadrante Europa di Verona sono transitate circa 28 milioni di tonnellate di merci, di cui ben 8 milioni via treno, la maggior parte dei quali intermodali. Sono stati lavorati quasi 16.000 treni (15.950 treni), una media di 53 treni/giorno, che hanno sviluppato un traffico che fanno del Quadrante Europa il primo Interporto italiano.

La crisi del traffico di “treni auto” partita nel 2018, ha amplificato i suoi effetti nel settore, nell'anno 2019. Invece, come sempre la parte preponderante del traffico ferroviario del Quadrante Europa è interpretata dal traffico combinato (semirimorchi/casse mobili/cisterne), segno che l'Interporto Quadrante Europa risponde con efficienza e qualità nella gestione dei servizi utili allo sviluppo di questa modalità di trasporto delle merci. Il traffico combinato rappresenta il core business per il Quadrante Europa insieme alla conferma dell'alta specializzazione di questa tipologia di traffico ferroviario delle merci. Questo valore nel 2019 è rappresentato dal record storico assoluto di oltre 14.100 treni.

Oggi il Quadrante Europa opera prevedendo scenari di sviluppo futuro del settore del trasporto ferroviario e intermodale. Siamo consci di quello che potrà succedere tra qualche anno soprattutto con i potenziamenti infrastrutturali ferroviari e l’apertura del tunnel di base del Brennero e delle tratte di accesso a Sud, da Fortezza fino a Verona – afferma il Presidente Gasparato - e riteniamo di affrontare i temi “intermodalità” e “sostenibilità” in un’ottica integrata con le migliori tecnologie informatiche come indispensabili strumenti di programmazione e gestione delle risorse (binari, piazzali, locomotori, gru…). Non ci limitiamo quindi a gestire la quotidianità “subendo” il traffico ma adottiamo un approccio “proattivo” guardando alla pianificazione nazionale delle infrastrutture ed inserendoci in questo percorso al fine di promuovere la massima sostenibilità del trasporto merci e promuovendo in prima persona nuovi servizi merci”.

Verona è pronta a giocare un ruolo da leader tra i terminal intermodali europei (e lo dimostrano i numeri attuali e le previsioni future) e lo intende fare in pieno accordo con la Commissione Europea, il Ministero e le istituzioni veronesi, cercando anche di attrarre i finanziamenti necessari per la realizzazione dei programmi di investimento.

La strategia del Quadrante Europa infatti è quella di aspirare a divenire il gateway dei porti italiani, raccogliendo merci da quest’ultimi e distribuendole in tutta Europa e viceversa. Tutto ciò puntando sull’idea che un interporto non può ragionare come infrastruttura a sé stante ma insieme al sistema dei trasporti locale e nazionale, ai porti, e alla rete ferroviaria: la sinergia e l’integrazione tra porti ed interporti può essere elemento di sviluppo futuro per tutti, portando i porti italiani a servire mercati sino ad oggi mai approcciati ed inserendo gli interporti in catene logistico-intermodali globali che sino ad oggi non li avevano minimamente coinvolti, il tutto via ferrovia, in un’ottica di sempre maggiore sostenibilità del trasporto.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO – Federico Sboarina:

“Se il 2019 è stato un anno da record per il traffico combinato di merci al Quadrante Europa, risultati di cui non posso che essere orgoglioso – afferma il sindaco Federico Sboarina -, il nostro obiettivo dev’essere quello di dare massima continuità allo sviluppo dell’Interporto scaligero perché è uno straordinario veicolo per la continua crescita economica di tutta la città. L’aumento dei flussi intermodali, infatti, testimonia la competitività del nostro sistema logistico, che può vantare nel Quadrante Europa il più importante interporto in Italia per volumi di traffico e il primo d’Europa per qualità del servizio. Allo stesso tempo, attesta la vocazione internazionale di Verona, al centro dei due più importanti corridoi viari e ferroviari europei. Ecco perché la nostra mission dev’essere quella di mantenere la centralità della nostra città, con una gestione efficace del Consorzio Zai come testimoniano i numeri di oggi. Allo stesso tempo dobbiamo continuare a guardare avanti e precorrere il futuro, preparandoci a intercettare nuovi flussi intermodali per quando, ad esempio, sarà ultimato il tunnel di base del Brennero”.

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI VERONA: Manuel Scalzotto

“La crescita del Quadrante Europa, del trasporto ferroviario e dell'intermodalità nel territorio provinciale, anche su impulso di grandi infrastrutture in corso di realizzazione come il tunnel del Brennero, rappresenta un’opportunità irripetibile di sviluppo e lavoro per il territorio veronese - afferma il Presidente della Provincia -. Uno sviluppo che va pianificato, sostenuto e gestito in modo organico al fine di garantire servizi e una viabilità accessoria adeguata. Per questo, da tempo, su tali temi abbiamo aperto un confronto costruttivo tra la Provincia, il Comune di Verona e altre istituzioni che auspico porti risultati tangibili quanto prima possibile”.

 

 

NUOVA APERTURA RISTORANTE QUADRANTE EUROPA

Si informa che ha aperto il nuovo ristorante "Ristoself Pizzeria Cambiogustopresso il Centro Direzionale in Via Sommacampagna n.61.

 

 

 

 

Consorzio ZAI premiato ai "Rewards Motore Italia"

Tra i premiati con i “Rewards” di Motore Italia anche il Consorzio Zai Interporto Quadrante Europa con la presenza del Consigliere Giandomenico Allegri.

Alla quinta edizione di Motore Italia, “Le imprese che fanno muovere il Paese”, un evento organizzato da MF-Milano Finanza, Class CNBC e Capital per fornire a imprenditori, consulenti, investitori, tecnici ed esperti del settore l’opportunità per valutare lo stato dell’arte del sistema economico nazionale, di cui proprio le aziende rappresentano tradizionalmente la componente più rilevante, e per confrontarsi su tematiche d’attualità quali strategie di crescita, visione, accesso ai capitali, sviluppo delle innovazioni e altri ancora. A fornire lo spunto iniziale di riflessione per le discussioni della giornata, che si è svolta al Centro Congressi Unione Confcommercio Milano, sono stati i dati raccolti dagli oltre 245mila bilanci delle imprese italiane.

 

(Foto in allegato: Giandomenico  Allegri -Consigliere Consorzio Zai)